Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 75 visitatori online

Visitatori



OggiOggi190
IeriIeri186
TotaliTotali3127634

Alba e tramonto a Pavia

lun 24 settembre 2018
il sole sorge alle 06:13
il sole tramonta alle 18:16
Inquinamento alle stelle

PM10 ad oltre 100 µg/m³ di contro un limite di 50!

Durante queste festività natalizie del 2015, sta tornando prepotentemente ad affacciarsi il pericolo dell'inquinamento atmosferico.

Giusto per dare concretezza alle tante affermazioni che si sentono e leggono, ho deciso di stilare una tabella riprendente i valori di PM10 degli ultimi 2 mesi a Pavia città. In particolare, il periodo preso in considerazione spazia dall'1 Novembre al 22 Dicembre 2015. Ricordo che per PM10 s'intende la materia particolata (Particulate Matter), costituita da fumo, polvere, aerosol. Si forma in seguito a processi umani, primo tra tutti la combustione nei motori a scoppio, negli impianti di riscaldamento, nelle attività industriali, negli inceneritori e nelle centrali termoelettriche. Si forma in seguito all'usura degli pneumatici, dei freni e dell' asfalto. C'è anche una frazione di PM10 che si produce in modo naturale dall'erosione del suolo,dagli incendi boschivi e dalle eruzioni vulcaniche.

E' importante conoscere i livelli della materia particolata, poiché le dimensioni delle sue particelle riescono ad oltrepassare molte barriere, finendo per danneggiare seriamente gli organi respiratori. Ma andiamo direttamente ai valori.

I dati sono registrati dalla stazione specifica collocata tra Piazza Minerva e viale della Libertà.

Ecco: gli istogrammi rossi corrispondono a valori fuori norma, quelli verdi rappresentano condizioni di tranquillità.

I livelli di PM10 a Pavia città durante Novembre e Dicembre 2015

Come potete osservare, in 52 giorni solo 11 sono trascorsi con un livello di PM10 sotto la soglia critica dei 50 µg/m³!

Dal giorno 9 Dicembre ad oggi, l'escalation è risultata continua ed inarrestabile, con 4 giorni con un valore ben oltre il doppio consentito!

Pensare che una legge europea sancisce un massimo di 35 giorni l'anno come limite invalicabile per superare il PM10. Noi, in 52 giorni, l'abbiamo superato 41 volte...

Che fare allora per porre rimedio?

Aspettare la pioggia è come attendere Godot: sotto tale affermazione anticiclonica è impossibile pensare a repentini mutamenti in grado, perlomeno, di rimescolare l'aria. Dunque?

Ok la conformazione del territorio pavese, ok che la pianura Padana risente della sua orografia, ma davvero non si potrebbe trovare un compromesso efficace per cercare di tamponare una problematica così insidiosamente invisibile?

Per ora, i migliori auguri di un Buon Natale!

Commenti (0)
Commenta
Your Contact Details:
Commento:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img]   
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
Security
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

!joomlacomment 4.0 Copyright (C) 2009 Compojoom.com . All rights reserved."

 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it