Temp.:

U.r.:

Vento:

Precip.:

Int. precip.:

Cartina Realtime

Visitatori online

 48 visitatori online

Visitatori



OggiOggi0
IeriIeri96
TotaliTotali3116304

Alba e tramonto a Pavia

lun 16 luglio 2018
il sole sorge alle 04:52
il sole tramonta alle 20:07
8° mese sopramedia di fila

Anche Ottobre è "rosso": più caldo della norma, meno piogge del previsto

Le temperature:

Anche il mese di Ottobre ha presentato un gap termico positivo su tutta la nostra provincia, con scarti più o meno accentuati dalla presenza delle nebbie. A Pavia abbiamo superato la norma di 1.9°C, calcolata come sempre in riferimento alla serie [1971-2000].

Andando a dare un'occhiata alla solita cartina elaborata dall'ente governativo americano per l'oceano e l'atmosfera (NOAA), si nota un campo termico sopra la media sul Mediterraneo centro-orientale e l'Europa orientale. Le anomalie più pesanti si sono riscontrate sugli stati affacciati sul mar Nero.

Diversa la situazione sul comparto nord-occidentale dell'Europa, con le isole Britanniche e la Scandinavia che hanno registrato temperature localmente sottomedia.

In Italia il gap è rimasto attorno a +1°/+3°C.

Le deviazioni termiche dalla media in Europa durante Ottobre 2012

 

Tornando a Pavia, la prima decade è trascorsa all'insegna del tipico tempo anticiclonico, con temperature massime spesso superiori ai 20°C: le minime hanno oscillato attorno ai 15°C.

Durante la seconda decade l'ingresso di alcuni, blandi sistemi frontali, accompagnati però da aria polare-marittima, hanno promosso un certo calo termico, con la prima minima ad una cifra il giorno 15.

La terza decade è iniziata sotto la stella anticiclonica, con massime nuovamente attorno ai 23°C: poi l'Atlantico ha preso in mano le redini della circolazione, ed ha veicolato la prima irruzione d'aria artica-marittima della stagione, la quale ha favorito un sensibile calo termico a fine mese, con 1.1°C la mattina del 30 Ottobre.

L'andamento termico del mese di Ottobre 2012 a Pavia

 

Di certo, la raffreddata di fine mese ha tappato uno scarto che, altrimenti, sarebbe risultato assai più cospicuo: è ormai consuetudine fare i conti con una prima metà del mese (e questo vale per molti mesi l'anno) ancora addormentata sulla circolazione precedente, e sempre rivolta ad una struttura di massima che porta le temperature ad essere superiori alle aspettative.

Prendendo in considerazione la nostra serie storica [1862-2012], l'Ottobre di quest'anno si piazza al 90°mo percentile, il che lo porta ad essere definito come un mese "piuttosto sopramedia".

Dal 2000 ad oggi, tuttavia, abbiamo già registrato mesi di Ottobre più caldi di questo, come quello del 2000, del 2001, del 2004, del 2006, del 2008.

Insomma, il fatto di registrare un Ottobre "molto mite" è un evento della nostra storia più recente, non rintracciabile frequentemente nelle medie del XIX e del XX secolo.


Le piogge:

Ottobre '12 è risultato lievemente sotto la norma. A fronte di una media attorno ai 97mm, ne sono caduti solo 71.4, con una percentuale del -26.8% rispetto alle attese.

Ed in Europa?

Con la solita elaborazione NOAA notiamo un andamento pluviometrico piuttosto eterogeneo: la Germania centro-orientale, la Francia meridionale, l'Italia nord-occidentale, la Grecia meridionale e la Turchia settentrionale sono state le zone che hanno ricevuto meno precipitazioni rispetto alle aspettative. Bene la penisola scandinava e l'Europa orientale.

Le deviazioni pluviometriche in Europa durante Ottobre 2012

 

Nel nostro orticello la prima decade è trascorsa con soli 3 scatti del pluviometro, 2 per la nebbia ed 1 per una pioviggine il giorno 9.

La seconda decade ha mostrato una maggior frequenza di perturbazioni, seppur nessuna a carattere deciso: tra il 14 ed il 15 abbiamo accumulato poco meno di 10mm.

La terza decade ha visto uno sblocco più significativo della circolazione, con canoni più seriamente atlantici: il giorno 27 alla pioggia si è sommato un moderato temporale, con un rain rate a 18.8mm/h attorno le 21.10. Il 30 un attivo fronte freddo ha accumulato oltre 27mm in città, tra l'altro con una temperatura attorno ai 6°C.

L'andamento pluviometrico del mese di Ottobre 2012 a Pavia

 

Globalmente, non sono bastate le precipitazioni della terza decade per riempire il pluviometro ottobrino come da copione.

Esaminando la nostra serie storica [1812-2012], l'Ottobre di quest'anno si colloca al 44°mo percentile, poco sotto la mediana ma comunque all'interno della prima deviazione standard.


Le nebbie:

Apriamo il capitolo delle nebbie: davvero frequenti nel quarantennio 1950-1990 nel mese di Ottobre, esse hanno risentito del cambiamento di circolazione macrolocale oltre che dell'insediamento urbano microlocale sempre più spiccato.

I giorni di nebbia sono stati solo 7, nessuno dei quali ha presentato nebbia persistente per tutte le 24 ore.

Non si è verificato alcun banco di nebbia tale da rendere la visibilità "invisibile", cioè al di sotto dei 30m: in pratica, oltre alla diminuzione in frequenza abbiamo assistito ad una diminuzione dell'intensità delle nebbie stesse.


I venti:

La rosa di Ottobre non è stata dissimile a quella di Settembre: tuttavia, al posto del NE si sono imposti i vettori dai quadranti sud-occidentali, con il SW al 14.75% ed il SSW al 12.74%. Terza piazza per il NE, con l'11.16%.

Solito fanalino di coda il SE, con lo 0.73%.

La rosa dei venti di Ottobre 2012 a Pavia

 

Non abbiamo registrato significativi eventi di Foehn.

 

La data da ricordare:


7 Ottobre 2012: durante questa giornata, la minima si è fermata a 17.1°C, un valore più dal sapore estivo che autunnale. La massima ha sfiorato i 24°C con un cielo poco nuvoloso.


La foto del mese:

Certamente questa, scattata dal nostro Lorenzo Bianchini, e riprendente il primo viaggio stagionale in provincia a caccia della neve. Ecco i 3 meteoappassionati a Varzi, durante la nevicata del 30 Ottobre.

La foto del mese di Ottobre 2012


<SETTEMBRE 2012<
>NOVEMBRE 2012>
 



Joomla! - PAVIAMETEO - © Copyright Tutti i diritti riservati [2007-2017] - Sito ideato ed a cura di TOMMASO GRIECO - E-mail: grieco@paviameteo.it